Energia-informazione-materia

quartattenzione_energia-informazione-materia

Onorevole uomo vivo in corpo vivente di carne ossa e sangue, oggi mi rivolgo a te per parlarti di alcuni fatti davvero incredibili, inerenti all’energia-informazione-materia.

L’altra faccia dell’energia

Arrivo subito al punto.  Tu conosci la parola energia e hai sicuramente una tua idea su cosa essa sia. La vedi manifestarsi ovunque intorno a te ma, se dovessi darle una definizione, potresti soltanto descrivere gli effetti che essa produce, non è vero?
Bene, oggi ti dico senza mezze termini che questa energia ha un’altra faccia e questa faccia si chiama informazione, di questo hanno parlato molto uomini come Timothy Leary, Robert Anton Wilson, David Bohm, Shrii Shrii Anandamurtiji. C’è energia ovunque e questo fatto te lo hanno persino insegnato in quei centri di formattazione mentale che vengono ancora, erroneamente, chiamati scuole. C’è talmente tanta energia ovunque che persino nel tentativo di creare artificiosamente un ambiente di totale assenza di questa (con temperature prossime allo zero assoluto, assenza di campi magnetici elettrici e gravitazionali) alcuni fisici incidentalmente, in un famoso esperimento del passato, mancando il risultato voluto, scoprirono quella che oggi viene chiamata energia di punto zero o zpe (Zero Point Energy). Infatti, un punto di energia enorme si era ricreato esattamente laddove tutta l’energia, nelle sue varie forme, era stata sottratta.

Sintonizzazione sulla banda dell’essere umano

Vado oltre. Ho appena scritto che l’altra faccia dell’energia è l’informazione e questo porta a una conseguenza enorme: c’è informazione ovunque. In ogni punto dello spazio-tempo e del tempo-spazio. Ora, ti chiederai perché stia scrivendo in merito a ciò. Ebbene, tu, proprio tu, esisti come essere umano oppure come uomo vivo in carne ossa e sangue in forza di una precisa sintonizzazione. Sintonizzazione che tu, in quanto punto matematico di consapevolezza non manifesta, hai fatto su una specifica banda dell’informazione. Di fatto è proprio l’informazione che, essendo complementare all’energia che la veicola e viceversa, ti ha immediatamente restituito un corpo quadrimensionale.

Per dirla in modo più figurato e poetico, in una certa fase della nascente cosapevolezza di te, in quanto puro essere, stavi galleggiando nel mare della energia-informazione. Ti sei quindi sintonizzato sulla banda dell’essere umano, una specifica traccia di informazione, tra le infinite concepibili e non, descriventi ogni forma e non forma di esistenza. A quel punto hai incominciato a codificare il flusso di energia-informazione in funzione dell’inventario della specifica banda che chiamerò, come altri già fecero in passato a buon ragione, banda dell’essere umano.

Ripetitore

A questo punto puoi ben capire che l’ affermazione “io sono un uomo vivo in carne ossa e sangue” non è da prendere alla leggera. La consapevolezza di questo fatto è tutt’altro che connaturata all’essere umano, una particolare specie di mammifero che ha tutte le caratteristiche dell’uomo meno la consapevolezza di esserlo (nella sua interezza). Ecco perché è molto più facile identificarsi in una brava persona che in un uomo vivo in carne ossa e sangue.

Questo non è tutto. Contestualmente alla tua sintonizzazione sulla banda dell’essere umano, hai iniziato a “pensare”, o meglio ricevere e ripetere, secondo lo schema di pensiero “umano”. Che tu lo voglia o meno, il tuo sintonizzarti ti ha reso non solo un umano ma anche un contenitore e ripetitore di tutti i dati che caratterizzano la specie. Quindi anche una sorgente di quel flusso di energia-informazione specifico.

Sei, in altre parole, “anche” un ripetitore che veicola energia e informazione specifiche. Capisci? Avresti potuto anche essere un ripetitore della banda della gallina o della giraffa, ma oggi lo sei dell’essere umano. Tuttavia, fino a questo punto non hai avuto molta scelta. Anzi, se ti sei accorto di un fastidioso dialogo interiore che ripete sempre le solite banalità, ebbene quella è la funzione “repeat”. Il tuo stesso esistere da essere umano lo ha attivato. In quanto ripetitore hai un sistema strutturato in modo da ricevere e trasmettere come una cella telefonica o “cellula”.

Sensazione di essere

Pertanto, sei sempre, e letteralmente investito e sostenuto da un travolgente fiume di energia-informazione, ma ti sintonizzi e trasmetti principalmente solo nella specifica banda dell’umano. Sebbene tutta, e dico tutta, l’informazione ti investa in modo non dissimile a quello in cui la luce del sole attraversa il vetro di una finestra, portando con sé lo spettro di frequenze al completo. Ben oltre il visibile. Tuttavia, a monte di tutti questi fatti tu non cessi mai di essere un punto di pura consapevolezza. Lo puoi verificare anche ora, se ti sintonizzi sulla sensazione che hai di essere. Bada, di essere e non necessariamente essere-vivente.

Puoi correttamente dedurre che, se puoi retro-sintonizzarti sul tuo essere, allora potresti anche cambiare banda di informazione e manifestarti in qualcosa di diverso.

L’inventario umano

Possibile ma non automatico. Anzi, assai arduo, perché il tuo dialogo interiore ti mantiene inchiodato all’inventario umano, che è uno specifico sistema di condifica percettiva, al pari di una traccia magnetica su nastro. Di più, questa traccia contiene tutte le informazioni su come tu sia fatto in quanto umano, e su come devi percepire quello che per semplicità chiamerò “il mondo umano”. Tu, infatti, sei diventato il cocreatore del mondo intorno a te. Questo, tuttavia, non già perché costruisci il mondo materializzandolo, bensì percependolo. Questo mondo, così come lo vivi è solo una percezione-codifica che discende dall’energia-informazione umana che sostieni, ripetendola incessantemente. Del tutto diverso dalla codifica percezione del tuo gatto che, ad esempio, non vede la scala in legno di casa ma un albero che congiunge il piano terra con le camere da letto al secondo piano.

Quindi identificarti in un uomo (consapevole di sé) anziché in un essere umano è già un bel passo importante che può solo precedere il dichiararlo in una riappropiazione.

Visto e considerato quanto sopra, non stupisce che teologi, filosofi, teosofi di tutti i tempi, molti incorporati alla Chiesa Romana (senso lato) in tutte le sue varianti, abbiano trattato la specie umana come un “gregge” di pecore. Da qui i termini pastore, percorella smarrita, pecora nera etc. Ben consapevoli della profonda differenza che passa tra l’essere umano e l’uomo.

Manipolazione del sapere, dell’energia e della forma

Alla luce di quanto detto capiamo meglio cosa Gurdjieff cercò di spiegare con il concetto del “raggio di creazione” e perché detto raggio era fatto, secondo la sua descrizione, di “leggi” ed energia. Così il concetto di legge assume un nuovo significato- Quello di strutturare, organizzare, ordinare. Questo incessante flusso coscienziale, che è “anche” la vita, mostra ora il suo aspetto di energia apparentemente caotico, ora il suo aspetto ordinativo, conosciuto come in-formazione, ma è sempre e solo lo stesso flusso!

Ora, è abbastanza ovvio dedurre quale  ruolo capitale abbia assunto l’informazione mediatica e quale effetto trasformativo possa avere su di te. La manipolazione del sapere diviene contestualmente anche manipolazione dell’ energia e quindi della forma. Infondo, la trinità tanto cara al cristianesimo, conosciuta in altri ambiti come tao, trimurti, solo per citare i più noti, potrebbe essere anche l’unità di energia-informazione-materia. Quest’ultima, la materia, la cenerentola di turno, non è detto sia davvero tale. La nostra visione cronologica lineare del tempo l’ha resa tale, ma, in un contesto multitemporale e multidimensionale, è nato prima l’uovo o la gallina? É l’uomo la raffinazione consapevole dell’umano o l’umano il risultato della creazione consapevole, frutto dell’intento dell’uomo stellare pienamente consapevole e sveglio?

LETTURE CORRELATE

3 comments on “Energia-informazione-materia

  1. Maddalena

    Bentornato!
    Grazie, spunti molto interessanti. L’associazione energia – informazione apre nuove prospettive. Icke ne parla spesso, hai chiarito alcuni punti.

    Reply
  2. Koz

    Come sempre le vostre considerazioni sono il centro perfetto dell’universo umano , questo post mi risuona molto , non posso che ringraziarVi dell’ottimo lavoro di formazione per quelle anime che attendono spasmodicamente ogni nuova uscita

    Reply
  3. entelechi?

    Lettura stimolante Grazie, sul confronto trinità e energia-info-materia nutro dei dubbi. Excursus botanico: Anche in seno a processi formativi e germinativi quali ad esempio la formazione di un seme vegetale i concetti qui espressi sembrano trovar corrispondenze; così le fasi di caos e ordine. semplifico troppo ma la stessa fase di caotizzazione delle forze che agiscono in un seme sembra essenziale alla codifica dell’informazione propria di quella specifica formazione e mentre (in accordo con Plotinio) dal cosmo giunge In-formazione attraverso la propria banda, le forze dette terrestri sono come momentanemente diminuite, infatti nella formazione di un seme puoi vedere come operi un processo di devitalizzazione che si arresta prima della germinazione del seme, ove quelle forze terrestri di nuovo operano, così da un seme di pastinaca non nasce una bietola e la danza continua.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *